Regione Veneto

PAROLE A CONFINE 2021

Pubblicata il 27/09/2021

Ci hanno detto che la pandemia ci avrebbe reso tutti più buoni. Ma forse non è così.

Ci guardiamo attorno e sembrano prevalere diffidenza, polarizzazioni e affermazioni radicali dell’io. Tutto sembra frammentarsi e crollare. La retorica della solidarietà si sgretola.

Siamo partiti da qui, quest’anno: da questo senso di caduta, che ci ha coinvolti direttamente, con l’uscita dal progetto del Comune di Caltrano, dopo anni di passioni e visioni condivise.

Ci siamo sentiti spaccati, i nostri piedi hanno respirato vuoto e abbiamo perso l’equilibrio.

E poi abbiamo fatto l’unica cosa che ci sembrava da fare: lasciar andare, come a seguire, senza forzare, una caduta. Farci guidare dalla caduta, come un nuovo viaggio inaspettato. E in questo lasciarci andare abbiamo sentito che c’eravamo ancora, diversi, con nuove idee, nuova voglia di andare oltre. Oltre il crollo, oltre il precedente confine.

La prossima edizione di PAROLE A CONFINE, che si terrà a Carrè e Chiuppano tra il 2 e il 16 ottobre 2021, con il patrocinio della Regione del Veneto e della Provincia di Vicenza, parte da questo bisogno di trasformare le cadute in voli. E così ci siamo circondati di artisti che, nella loro vita, hanno saputo migrare, passando da uno Stato all’altro, da una lingua all’altra, da carriere di gruppo a carriere soliste, dal monologo agli spettacoli corali. Perché avevano voglia di far germogliare la caduta. E abbiamo deciso di valorizzare i traduttori, perché sono quelli che danno vita a parole che, per chi non conosce una lingua straniera, possono suonare morte.

L’apertura del festival, sabato 2 ottobre, ore 20.30, presso la Palestra di Carré, è affidata a FANTATEATRO con IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI. Un viaggio attorno al mondo, in cui ogni perdita è occasione di scoperta, con uno sguardo colmo di meraviglia. Un viaggio attraverso le età, che consentirà anche agli adulti di far pulsare le loro cellule ancora bambine.

Domenica 3 ottobre, ore 20.45 sempre presso la Palestra di Carré, RICCARDO SINIGALLIA solcherà il palco con CONCERTO A CUOR LEGGERO, uno spettacolo dove non vengono presentate canzoni nuove, ma quelle già scritte. Solo con modalità nuove. Sinigallia, dopo l’esperienza con i TIROMANCINO, dopo anni di carriera solista, dopo un anno e mezzo passato ad ascoltare, si trasforma di nuovo e ci regala un concerto informale con Laura Arzilli (basso e voce), Francesco Valente (chitarra) e Maurizio Loffredo (mix).

Martedì 5 ottobre, alle 20.45, presso l’Auditorium di Chiuppano, accoglieremo la nostra prima scrittrice, Claudia Durastanti, autrice pluripremiata di “Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra”, “A Chloe, per le ragioni sbagliate” e “La straniera”, che alterna alla scrittura l’attività di traduttrice. Un incontro per esplorare “La straniera” e parlare di voci che si intrecciano, quella dell’autore e quella del suo traduttore. E così percorrere con lei una vita sempre sul confine: dall’America, dove è nata, alla Basilicata, dove è cresciuta, all’Inghilterra dove vive. Dall’inglese, al dialetto, all’italiano. Sempre su quella sottile linea dove tutte le lingue si toccano.

Mercoledì 6 ottobre, alle 20.45, presso il Centro Culturale Caradium di Carré, volgeremo lo sguardo al fumetto, con Ernesto Anderle (Roby il pettiorosso) che, con le sue tavole, mescola musica e disegno, dando alle biografie dei cantanti e alle loro canzoni forme, volti e colori.

Sabato 9 ottobre, alle 20.45 all’Auditorium di Chiuppano, sarà la volta di Michela Marzano, autrice pluripremiata de “L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore”, filosofa, saggista schietta e coraggiosa. Qui presenterà il suo nuovo libro, in uscita il 5 ottobre, STIRPE E VERGOGNA. Un romanzo di segreti di famiglia, fughe dal passato, sensi di colpa, scoperte e cadute. La storia di una famiglia che racconta la storia di tutte le famiglie italiane, con nonni fascisti, nonni partigiani e nipoti che si chiedono chi sono.

Giovedì 14 ottobre, ore 20.45 a Carrè, presso il Centro Culturale Caradium, sarà la volta di Noelle Revaz, che presenterà il suo ERMELLINO BIANCO E ALTRI RACCONTI (Casagrande Edizioni) e della sua traduttrice, Maurizia Balmelli. Un incontro a due, tra un’autrice straniera e chi le dà voce. Noelle Revaz è una delle scrittrici più potenti della letteratura svizzera contemporanea. Maurizia Balmelli traduttrice dall’inglese al francese, ha tradotto Sally Ronney, Cormac Mc Carthy, Agota Kristof e Yasmina Reza.

Chiuderà il Festival, sabato 16 ottobre, alle ore 20.45, presso l’AUDITORIUM di Chiuppano, Tindaro Granata con il suo ANTROPOLAROID, monologo teatrale in cui l’autore/attore narra la storia della sua famiglia e racconta il senso della giustizia, della solidarietà, la lotta per l’amore e la libertà. Uno spettacolo di cupa bellezza, attraversato da una inquietudine dolorosa. Un susseguirsi di cadute e metamorfosi, di crisi e reinvenzioni. Lo spettacolo sarà preceduto dal monologo del giovane Leonardo Castelli, che presenterà il suo personale Antropolaroid.

PAROLE A CONFINE è anche FESTIVAL RAGAZZI-VIETATO AI MAGGIORI che quest’anno sarà dedicato a IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI. Un viaggio dal Tamigi al Reno, da New York a Shangai fino a Timbuktù. E, come sempre, WOMBY, il magazine del Festival, i racconti in lingua straniera, le letture animate con Miss. Bly e Mr. Fogg e la riscoperta delle cartoline da viaggio. Una settimana di esperienze per abitare lingue e luoghi diversi, e ricordarsi che i grandi viaggiatori sono spesso donne. E, in quel caso, si chiamano viaggiatrici.

Tutti gli eventi si terranno nel massimo rispetto della normativa anticovid, con obbligo di green pass.

Prenotazione obbligatoria a tutti gli eventi sul sito www.paroleaconfine.it.

I biglietti degli spettacoli potranno essere acquistati presso le Biblioteche di Carré e Chiuppano
o acquistati direttamente la sera dell’evento (in base alla disponibilità).

Info presso le biblioteche di Carré (0445/893047) e Chiuppano (0445/892972), sul sito
www.paroleaconfine.it nonché sui nostri profili social FACEBOOK (ParoleAConfine), TWITTER
paroleaconfine, INSTAGRAM paroleaconfine e TELEGRAM.

https://www.paroleaconfine.it/comunicato-stampa-2021/


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto